Atene: Manifesto del centro sociale Villa Amalias per una chiamata di protesta Sabato, 3 Marzo 2012

In tempi in cui i poveri sono battezzati come dei “mendicanti” e i ricchi come “filantropi”… in tempi di crisi generalizzata, quando il totalitarismo avanza, quando il centro di Atene è sotto uno stato di polizia per essere ricostruito, e le persone che lottano e provengono dagli strati sociali più bassi sono stigmatizzate come criminali, quando i migranti sono oggetto dell’accelerazione della società verso il fascismo e dagli attacchi razzisti… In questi tempi i centri sociali, come collinette di resistenza e lotta contro la barbarie, sono minacciati dalla repressione di stato…

OCCUPIAMO LE CASE VUOTE
PRENDIAMO LA VITA NELLE NOSTRE MANI

Solidarietà al centro sociale Lelas Karagianni 37
e all’occupazione del mercato municipale di Kypseli
 

Giù le mani dai centri sociali, dagli spazi auto gestiti e dalle lotte fatte senza tutela

Dimostrazione: Sabato, 3 Marzo, ore 12.00

Ritrovo al mercato municipale di Kypseli (via Fokionos Negri 42)

Villa Amalias

Leave a Reply

Your email address will not be published.