Grecia, 19 Ottobre: Aggiornamenti costanti

Primo giorno dello sciopero generale nazionale

20.20 GMT+2 Il quartier generale della polizia ha appena annunciato che ci sono 28 fermati, 5 arrestati e 25 poliziotti feriti in ospedale, ad Atene.

19.20 GMT+2 Le persone iniziano a raccogliersi fuori il quartier generale della polizia di Atene in Alexandras Avenue, al fine di chiedere il rilascio immediato di tutti i fermati.Sono necessarie più persone sul posto. Il numero totale di fermi e / o arresti della giornata sono da confermare in seguito.

In piazza Monastiraki i poliziotti hanno lanciato lacrimogeni sui manifestanti, così come all’interno della stazione della metropolitana.

19.00 GMT+2 Sono segnalati scontri nella zona di Monastiraki.

Il quartiere di Exarchia è tenuto completamente sotto occupazione da parte della polizia, con molte persone picchiate e anche fermate dai poliziotti in divisa e in borghese.

18.30 GMT+2 Massiccio raid della polizia a piazza Exarchia. I poliziotti sono a caccia di gente per le strade.

18.15 GMT+2 Nella sola Atene almeno 15 fermati e 12 arresti sono stati confermati.

Scontri in corso in Stournari Street a Exarchia.

18.00 GMT+2 A Salonicco molti manifestanti sono rimasti alla Camera del Lavoro per protestare contro la dura repressione e per chiedere la liberazione immediata di tutti i fermati. C’è in atto un’assemblea di quasi 80 persone.

Piazza Syntagma è stata evacuata dalla polizia che non ha esitato all’inizio ad attaccare platealmente anche gli scioperanti anziani (ci’è stato un costante ed urgente bisogno di aiuto medico nella piazza). Inoltre, numerose unità di poliziotti in motocicletta alle Colonne di Zeus Olimpico (Olympieion) hanno bloccato la gente che se ne andava.

In precedenza una folla variegata ha attaccato la Banca Nazionale di Grecia,devastando l’interno.

Si deve notare che i sindacati di base,i blocchi degli anarchici / antiautoritari ,i blocchi delle assemblee di quartiere, le associazioni studentesche sono stati anche oggi tra i manifestanti . Domani, 20 ottobre,le mobilitazioni per lo sciopero in tutta la Grecia raggiungeranno il loro picco contro la votazione del nuovo multi-progetto di legge finanziaria imposto dal governo e dalla troika.

17.30 GMT+2 Nella sola Atene, sono segnalati finora almeno 10 arresti.

17.10  GMT+2 Secondo Indymedia Atene, i foto-reporter hanno chiesto ai manifestanti di non prendergli le maschere antigas!

17.00 GMT+2 Al momento scontri generalizzati tutt’attorno a Syntagma, in particolare in Voukourestiou, Mitropoleos e Filellinon. La maggior parte della dimostrazione è stata spinta via dalla piazza, ma molte persone resistono e contrattaccano la polizia. L’aria nel centro sembra piena di gas e fumo causato dal fuoco.

16.30 GMT+2 Attaco coordinato della polizia a piazza Syntagma, scontri testa a testa con i poliziotti. Ancora migliaia di persone cercano di rimanere sulla piazza, nonostante le granate assordanti e i gas lacrimogeni.

16.20 GMT+2 I principali mezzi di comunicazione non riportano quasi nulla per quanto riguarda le mobilitazioni dello sciopero in tutto il paese, e non fanno altro che riprodurre la dichiarazione del ministro delle Finanze Evangelos Venizelos che avrebbe detto a tutti i deputati all’interno del parlamento che, se non si voterà a favore della multi-cambiale del governo ‘non ci sarà domani’. Quindi noi diciamo: Distruggiamo lo Stato e il Capitale! Futuro per la gente che lotta!

Un enorme blocco nero è stato attaccato in maniera massiccia dalla polizia davanti al ministero delle Finanze in Karageorgi Servias Street, in piazza Syntagma.

16.00 GMT+2 Le persone sono spinte via dai teppisti della polizia verso Panepistimiou Street e Piazza Omonia.Nella parte alta di Syntagma la battaglia in strada và avanti. Scontri dei poliziotti con le persone con ampio uso di gas lacrimogeni.

Il blocco pacifista di ‘Den Plirono’ (io non pago!) Il movimento di fatto ha difeso altri manifestanti contro i poliziotti a Syntagma, secondo una corrispondenza più diretta sulla radio libera di Atene 98 FM.

Un agente di polizia ha osato parlare con un altoparlante invitando i cittadini a lasciare la zona. Un forte e chiaro ‘BOO’ si è subito sentito arrivare da parte dei manifestanti.

Allo stesso tempo, Mitropoleos Street è stata bloccata dalla polizia nel tentativo di circondare tutta la piazza Syntagma e disperdere la gente dalla zona. Nel frattempo un cannone ad acqua è stato avvistato vicino ad un bus della polizia a diversi chilometri di distanza, in una regione a nord di Atene.

15.50 GMT+2 Nelle strade intorno Ermou Street i fascisti, con le teste fracassate, vengono aiutati a scappare con le ambulanze.

Molti manifestanti ad Atene sono feriti e bisognosi di ricovero.

Un denso fumo nero si può vedere di fronte al Refettorio a Propilea.

A Serres, Grecia settentrionale, la dimostrazione conta 1.300 persone. I manifestanti hanno chiesto che tutti i negozi chiudano per lo sciopero. Poco prima della fine della dimostrazione, un negoziante di un fast food ha minacciato dei manifestanti,per lo più giovani,ed ha poi gettato acido solforico contro diverse persone e li ha minacciati con un grosso coltello !

15.40 GMT+2 Nella parte alta di Syntagma la maggior parte dei manifestanti pratica ora tattiche insurrezionaliste. Alcuni hanno anche gridato ‘Vediamo come i mass media daranno la colpa agli “incappucciati” stasera!’ il che implica che tutti sono ansiosi di difendere la dimostrazione contro la repressione dello Stato.

Sei arresti a Volos;i manifestanti sono diretti verso il quartier generale della polizia. E ‘stato inoltre confermato che in precedenza la polizia ha fatto irruzione nel ” Ritrovo degli Immigrati” nella stessa città.

15.30 GMT+2 Operazione di polizia lungo Akadimias Street,scontri testa a testa con la polizia.

Scontri continuano davanti al monumento del Milite Ignoto, in fondo alla scala che porta al parlamento. Nonostante le tonnellate di gas lacrimogeni usati dalla polizia, la gente non sta lasciando Piazza Syntagma.

In precedenza il sindacato dei tassisti,insieme ad altri manifestanti,ha eretto barricate in Akadimias Street e combattuto contro i suini in uniforme, per un pò l’unica strada che portava a Syntagma è stata Stadiou Street.

15.15 GMT+2 Dopo la dimostrazione di Salonicco, barricate sono state erette al di fuori della Camera del Lavoro. Massiccia operazione repressiva; almeno tre arresti finora, una giovane donna ferita e ricoverata in ospedale. La polizia ha fatto irruzione nell’edificio della Camera del Lavoro dove i manifestanti erano fuggiti.

Dimostrazioni di successo hanno avuto luogo in numerose città greche come ad esempio Kalamata, Sparti, Nafplion, Preveza, Igoumenitsa, Orestiada, Kozani, Xanthi, Komotini (dove anche il gruppo anarchico Utopia A.D. ha partecipato alla mobilitazione).

A Larissa in circa 12.000 sono scesi in strada. A Patrasso la marcia si è conclusa (il solo blocco anarchico del collettivo Ergalioforos aveva circa 600 persone).

A Volos e a Ioannina circa 10.000 manifestanti . A Kavala più di 5.000 persone sono scese in piazza in una delle più grandi manifestazioni locali degli ultimi decenni,la Camera del Lavoro è stata occupata dai manifestanti.

Sull’isola di Kerkira più di 3.000 persone sono scese in piazza, come su molte altre isole. Sull’isola di Lesbo circa 1.000 persone hanno partecipato alla dimostrazione che si è conclusa intorno alle 14,00 ed è stata seguita dall’occupazione dei locali della prefettura. C’è un’assemblea in corso presso l’edificio occupato.

14.50 GMT+2 A Syntagma il corpo di guardia del monumento al Milite Ignoto viene dato alle fiamme.

14.40 GMT+2 Lancio di gas sulla folla alla stazione della metropolitana di Panepistimiou . In Syntagma il muro della polizia è stato abbattuto dalla gente; scontri con bottiglie molotov e pietre. I poliziotti ritirano le pietre sui manifestanti.

Le prime barricate vengono incendiate nelle strade Akadimias e Voukourestiou.Le squadre della polizia bloccano l’ingresso a Syntagma da lì.

Scontri su larga scala in Akadimias Street e scontri di fronte alle banche vicino al Refettorio dell’Università in Panepistimiou Street. Le persone si muovono in Syntagma, circondando il monumento al Milite Ignoto, mentre granate assordanti si sentono in tutta Syntagma.

Almeno quattro squadre di polizia si sono precipitate da Propilea verso piazza Syntagma. Molti blocchi dei manifestanti sono stati dispersi in Panepistimiou Street, e i compagni chiamano le persone ad unirsi a loro davanti a Propilea in modo da occupare l’edificio del Refettorio.

In piazza Kolokotroni in Via Stadiou  sono stati visti i fascisti,insieme ai pensionati dell’esercito, andare a caccia dei manifestanti incappucciati.

A Salonicco la polizia ha attaccato con gas lacrimogeni gli scioperanti davanti al Segretariato generale per la Macedonia e la Tracia, e la maggior parte delle persone era diretta alla Camera del Lavoro.

14.20 GTM+2 Gli stalinisti si stanno ritirando da Syntagma, picchiando piccoli gruppi di altri manifestanti sulla strada! Altro persone cantano ‘No pasaran!’ La folla è incredibilmente compatta.

Proprietari di taxi e i tassisti sono ora allineati in Panepistimiou Street.

14.10 GTM+2 A Salonicco i poliziotti hanno gettato gas lacrimogeno e hanno tentato di dividere la manifestazione in due parti picchiando ferocemente diversi manifestanti. Nel frattempo, alcune persone imprecavano contro i giovani incappucciati. Ora la dimostrazione è di nuovo in movimento per raggiungere il Segretariato generale per la Macedonia e la Tracia.

In Syntagma la polizia ha ampiamente usato gas lacrimogeni e granate assordandti di fronte al muro di plexiglass e ferro, che blocca Vassilisis Sofias vicino al parlamento; i blocchi dei manifestanti sono stati spinti via a causa delle sostanze chimiche. La gente grida ‘Abbasso la giunta PASOK’ e ‘Poliziotti-Maiali-Assassini’.

Le strade sono letteralmente invase, in realtà non c’è marcia perché l’intero centro della città è una grande manifestazione. Persone a piedi anche sui marciapiedi verso il parlamento. In Zalokosta e Akadimias streets la polizia anti-sommossa ha attaccato  i lavoratori comunali e i tassisti con gas lacrimogeni.

Continuano violenti scontri in Akadimias street. Inoltre,in precedenza, sono stati segnalati scontri presso la Scuola Politecnica, la coda della dimostrazione è ancora lì.

13.50 GMT+2 Ammutinamento nel carcere femminile di Koridallos, la protesta delle detenute verte sulle condizioni totalmente disumane di detenzione e si rifiutano di entrare nelle celle in solidarietà con gli scioperanti.

Gli scioperanti stanno cercando di spostare il muro della polizia in Vassilisis Sofias; i poliziotti indossano i loro caschi e le nuove unità di polizia si stanno spostando dalla parte posteriore del parlamento verso il muro;sono state gettate granate assordanti.

Almeno 10.000 manifestanti a Heraklion sull’isola di Creta;sono stati segnalati attacchi contro banche e una macchina della polizia. Ad Agrinio circa 3.000 persone hanno partecipato al raduno in Piazza Irinis. Inoltre, in Trikala circa 30 anarchici sono scesi in strada.

A Salonicco sono scoppiati scontri tra i manifestanti in quanto, circa 100 insorti, hanno attaccato negozi, banche, ecc in Tsimiski Street.

In Syntagma le persone si lamentano contro i manifestanti che hanno uno stato d’animo combattivo.

13.40 GMT+2 In Panepistimiou e Aiolou street diverse persone del blocco della Federazione Greca degli Insegnanti Scolastici sono stati visti picchiare alcuni studenti secondari!

13.20 GMT+2 Nella parte bassa di piazza Syntagma ci sono stati scontri con presunti hooligans calcistici , rimane ancora da confermare se fossero stati scacciati dai manifestanti del PAME.

13.10 GMT+2 I mezzi di comunicazione hanno dato notizia dell’arresto di quattro quattordicenni accusati di possesso di bottiglie molotov. E ‘stato confermato che sono stati arrestati all’interno di un autobus urbano nel loro cammino verso la dimostrazione.

Nel frattempo viene segnalata una leggera minaccia fascista in quanto circa 300 pensionati dell’esercito greco sono stati avvistati in Piazza Kolokotroni tenendo bandiere nazionali, e decine di volantini del partito neo-nazista Chrissi Avgi (Golden Dawn) sono stati visti in tutto il centro di Atene.

13.00 GMT+2 La dimostrazione del sindacato stalinista PAME si stà ancora riversando in piazza Syntagma, la sua dimensione è enorme. Nel frattempo, la dimostrazione principale si estende da Syntagma al Politecnico in via Patission ma ci vorrà un pò perchè si muovi-é semplicemente troppo  grande. I compagni di Occupied London hanno camminato lungo tutto il percorso dell’intera dimostrazione, e la folla non ha precedenti.

12.50 GMT+2 A Patrasso circa 5.000 manifestanti sono scesi in strada e diversi blocchi hanno occupato l’edificio della Provincia Occidentale della Grecia.

12.30 GMT+2 A Salonicco almeno 10.000 manifestanti si sono radunati finora guidati da Kamara verso la Camera del Lavoro.

A Livadia circa 2.000 persone marciano e chiudono i super-mercati delle grandi catene .

12.00 GMT+2 La manifestazione principale non è ancora iniziata, ma le strade Panepistimiou e Stadiou si stanno già riempiendo di molte migliaia di persone. L’ordine della polizia di chiudere la stazione della metropolitana di Syntagma è un potenziale crimine omicida.

I poliziotti non sono allineati di fronte a viale Amalias come di solito, ma attualmente sono a guardia della scala superiore del parlamento.

11.15 GMT+2 Circa 100 persone hanno marciato per le strade dei quartieri di Kesariani, Vyronas e Pagrati. I manifestanti hanno attaccato un gruppo di poliziotti motociclisti della DIAS che ha cercato di seguire la dimostrazione.Diverse persone hanno picchiato duramente i poliziotti , hanno anche distrutto e gettato dell’immondizia contro un banco dei pegni e hanno costretto i supermercati e i negozi che erano aperti, a dover chiudere.

Vale la pena ricordare che, mentre cumuli di spazzatura hanno riempito le strade delle città greche a causa dello sciopero in corso degli spazzini municipali(garbage collector),il sindacato ADEDY ha chiesto al sindacato dei lavoratori comunali (POE-OTA) di pulire le strade in cui passerà la marcia ad Atene, in modo da evitare ‘incidenti sgradevoli’ e ‘eruzioni di fuochi’ durante lo sciopero generale di 48 ore, confermando ancora una volta il suo ruolo di collaborazionista come  vigile del fuoco della rivolta sociale.

10.30 GMT+2 Massiccia presenza di polizia nel centro di Atene.

– 10 squadre di polizia (MAT) hanno bloccato Vasilissis Sofias sul lato del parlamento dalle 6,30. Anche il quartiere di Kolonaki ci viene riferito sia bloccato.

– 20 squadre di polizia sono schierate in Akadimias Street.

Più di 10.000 poliziotti di ogni genere oggi per le strade di Atene al fine di opprimere l’imminente manifestazione.

Il muro di plexiglass e ferro della polizia ,che abbiamo visto già in precedenti manifestazioni, è ancora una volta posizionato all’incrocio dei negozi di fiori [Louloudadika] in Vasilissis Sofias.

Numerosi gruppi di poliziotti sotto copertura sono posizionati in vari punti del centro di Atene. Una squadra di controllo in borghese ,composta da (almeno) una squadra di polizia, è in agguato all’incrocio tra Bouboulinas e la via  Stournari in Exarchia. Da ieri, un cannone ad acqua è stato visto a Mesogeion Avenue.

Leave a Reply

Your email address will not be published.