Grecia, 20 Ottobre: Aggiornamenti costanti

Seconda giornata di sciopero generale nazionale

21,30 GMT +2 Almeno 10 squadre della polizia hanno inseguito la gente in piazza Exarchia, Solomou e via Stournari,hanno sparato gas lacrimogeni e occupato la piazza. Poliziotti armati hanno anche isolato l’intero quartiere.

Come previsto, la nuova legge finanziaria è stata ratificata.

20,50 GMT +2 La sessione parlamentare è continuata indisturbata. L’intera area di Syntagma è stata completamente evacuata dalla polizia anti-sommossa, con il ritorno alla normalità del traffico stradale.

Il numero totale di manifestanti fermati / arrestati e feriti è ancora da verificare (ma il rapporto dei media alternativi parla finora di quasi 150 arresti).

20,15 GMT+2 Molte persone sono circondate dalla polizia e intrappolati all’interno della stazione della metropolitana di Acropoli. Detenzioni di massa sono segnalatie sul posto. I poliziotti hanno circondato la fermata della metropolitana di Omonia e hanno appena attaccato le persone all’interno della metropolitana.

19,20 GMT+2 Dopo il raid della polizia a Monastiraki, le persone sono fuggite all’interno della stazione della metropolitana ed hanno bloccato le porte, al fine di proteggersi dalla furia della polizia. La polizia ed i persecutori hanno ordinato lo sgombero della stazione della metropolitana.

I poliziotti hanno attaccato i manifestanti vicino alle porte della stazione della metropolitana dell’Acropoli  dove sono stati segnalati tre fermi, tutti e tre sono riusciti a scappare grazie alla forte presenza di persone sul posto.

I poliziotti sono ora a caccia di gente per le strade nella vicina zona di Thissio.

18,40 GMT+2 Un’uomo di 53 anni che partecipava alla dimostrazione di oggi ad Atene, è deceduto.

Confermate le informazioni dei compagni della radio libera FM 98 che hanno contattato i medici:
– Il defunto (presunto membro del PAME) era stato ricoverato in ospedale con dolori al petto, fibrillazione atriale e problemi respiratori, causati da un’attacco di cuore. Si conferma che il cinquantatreenne non riporta ferite alla testa (come originariamente riportato dai massmedia , twitter, ecc.).E’ probabilmente morto per l’inalazione di una quantità eccessiva di gas lacrimogeno sparato dalla polizia greca. Un’altra ragione probabile sarebbe la tensione durante lo sciopero, o addirittura la disidratazione. Tuttavia, solo i risultati dei medici possono darci l’illuminazione.
– Questo non è lo stesso caso che riguarda le precedenti voci di un manifestante clinicamente morto-queste non erano vere. Quest’ultimo è caduto da un marciapiede a piazza Syntagma (non è mai stato attaccato da una pietra).
Quando gli è stato portato il primo soccorso era incosciente. Lui è anziano ma non clinicamente morto come il Potere ha originariamente riferito per motivi politici. In passato, i circoli politici hanno diffuso voci che riguardano persone morte. Il potere è spietato.

La Polizia ha attaccato la gente a Monastiraki, anche di fronte al parlamento, mentre piazza Syntagma è stata completamente occupata dalle forze repressive per circa un’ora.

17,20 GMT+2 Ci sono in corso scontri tra manifestanti e la unità motorizzate DIAS / DELTA  nei vicoli sotto la  piazza Syntagma (in Ermou, Athinas, nelle strade attorno Monastiraki, tra gli altri). Poche migliaia di persone si sono riunite in piazza Syntagma, mentre molte più persone cercano di raccogliersi davanti al parlamento, ma sono ancora bloccati dai poliziotti nelle strade laterali.

17,10 GMT+2 Il PAME ha lasciato piazza Sintagma, protetto dalla polizia lungo il tragitto. Polizia antisommossa e motorizzata attaccano persone indiscriminatamente in via Panepistimiou e Trikoupi .

Ora la polizia ha preso la sorveglianza del parlamento.  Il voto per le nuove norme della manovra finanziaria sara’ completato a breve.

17,00 GMT+2 Alla fine i blocchi del  PAME/KNE si preparano a lasciare via Amalias e Sintagma. Buona liberazione!

16,50 GMT+2  Manifestanti da via Ermou, Mitropoleos, Filellinon e Stadiou cercano varie volte di entrare in Sintagma e raggiungere il bordello del parlamento Ancora una volta respinti dal servizio di sicurezza del PAME.

Molti feriti tra i manifestanti sono stati trasferiti nei vari ospedali. False notizie riguardanti un ferito clinicamente morto.

16,30 GMT+2 In Rethymno, in Creta, membri delKNE hanno minacciato con bastoni i manifestanti, in fronte al municipio.

In Mytilini, nell’ isola di Lesbo, l’ assemblea dell’ occupazione di Periphery ha deciso di terminare l’ occupazione con un evento serale, tra circa un’ ora, quando i manifestanti marceranno per le strade della citta’.

16,20 GMT+2 Migliaia di membri del PAME sono di fronte al parlamento. La polizia si e’ ritirata dalle parte inferiore della piazza. Police pulled back from the lower parts of Syntagma; piccoli gruppi di anti-autoritari, sindacati di base e della sinistra estrema cercano di entrare nella piazza; la maggior parte dei manifestanti e’ ancora bloccata nelle vie laterali.

Il ministero delle finanze in via Mitropoleos e’ occupato dagli scioperanti.

16,10 GMT+2 Molti gas lacrimogeni ora in Sintagma. Stalinisti attaccano i manifestanti che cercano di prendersi la piazza.

15,45 GMT+2 Ci sono ancora manifestanti in via Amalias,in fronte al parlamento, cosi’ come in via Fillelinon e Mitropoleos . La piazza si e’ svuotata e circondata dagli sbirri.

15,30 GMT+2 Massiccio attacco della polizia per svuotare Syntagma. La folla spinta verso via Ermou.

Un raid coordinato della polizia lungo via  Pesmazoglou e Stadiou.

15,25 GMT+2 Scontri tra anarchici e stalinisti soprattutto in via Filellinon e Voukourestiou.

Scene di violenza in tutta piazza Sintagma. Ancora molotov e pietre contro il blocco stalinista.  Poco prima la polizia ha cercato di entrare in piazza da via Stadiou per intrappolare gli anarchici.

15,20 GMT+2 Almeno 20 manifestanti feriti sono trasportati al centro di soccorso in piazza Sintagma. Membri del PAME sembra abbiano diretto contatto con ufficiali della polizia e consegnano loro alcuni manifestanti. Hanno persino attaccato gli insurrezionalisti Ora i manifestanti contrattacano contro il PAME e polizia

15,00 GMT+2 Diventano piu’ duri gli scontri in piazza SIntagma. Addirittura molotov contro il blocco degli stalinisti

14,50 GMT+2 Membri del movimento “Den Plirono” (Non pago) hanno preso posizione contro la sicurezza del PAME davanti all’hotel GrandeBretagne.PoiIl blocco degli anti-autoritari e anarchici. Inizia lo scontro a causa dei manifestanti che vogliono raggiungere il parlamento. Un enorme blocco anarchico ha attaccato le linee staliniste. Si fronteggiano faccia a faccia davanti all’ hotel. La polizia lancia lacrimogeni. Lo scontro e’ durissimo. Centinaia di anarchici contro centinaia di stalinisti con lancio di pietre e bottiglie.

14,20 GMT+2 In Atene, 6 fermati in via Dragatsaniou vicino piazza Klathmonos, probabilmente alcuni sono minorenni. Almeno altri 7 fermati dalle pattuglie motorizzate in via Athinas (vicino al metro di Monastiraki) Molti passanti sono stati visti applaudire i poliziotti bastardi!

13,20 GMT+2 in Atene, ancora una volta gli stalinisti delsindacato PAME hanno fatto cordone davanti alle squadre della polizia e davanti agli sbarramenti di fianco al parlamento impedendo a chiunque di avvicinarsi. membri del PAME, alcuni con mazze e caschi, hanno addirittura richiesto la licenza di giornalista alla gente che manifestava discontento.

In Iraklio, a Creta, gli scioperanti hanno bloccato un fast food della catena Goody’s

In Mitilini, nell’ isola di Lesbo, circa 400 persone hanno partecipato alla manifestazione. Future azioni saranno decise durante una assemblea generale nell’ occupazione di Peripheria.

13,10 GMT+2 A Salonicco, gruppi di manifestanti insieme con il Sindacato dei camerieri, cuochi e di tutti i lavoratori delsettore alimentare, hanno bloccato i ristoranti e le caffetterie in Proxenou Koromila Streetche erano aperte, nonostante lo sciopero generale. Si muovono verso  Iktinou Streetper la stessa ragione.

13,00 GMT+2 A Patrasso c’è stata una dimostrazione abbastanza deludente di circa 1.000 persone.

12,30 GMT+2 I lavoratori comunali (POE-OTA) vengono applauditi dagli altri manifestanti quando raggiungono Filellinon Street mentre si dirigono a Syntagma.

È stato riportato che i membri del KNE, l’ala giovanile del partito comunista greco (KKE), hanno attaccato altri manifestanti nella città nord-occidentale di Ioannina.

12,20 GMT+2 Un gruppo di persone che portano le bandiere greche si sono spostate da via Ermou a piazza Syntagma, dispiegando i loro stracci nazionalisti sul monumento del Milite Ignoto.

12,00 GMT+2 Un’elicottero della polizia stà volando sopra Exarchia. Piccoli gruppi di poliziotti in borghese sono sparsi in tutte le strade del centro di Atene. Come è stato riferito ieri da diversi manifestanti , è difficile differenziare questi delinquenti da altri manifestanti ed è facile rimanere intrappolati, picchiati e addirittura arrestati.

11,40 GMT+2 Gli stalinisti del PAME sono già in Syntagma. I compagni ci segnalano che sono allineati e con dei bastoni al fine di garantire il carattere reazionario del loro patetico raduno, mentre bloccano gli altri manifestanti dall’andare sul marciapiede del monumento al Milite Ignoto di fronte al parlamento. Al momento non vi è presenza della polizia (almeno immediatamente visibile). Gli stalinisti stanno per giocare ancora una volta il ruolo dei poliziotti, al fine di sopprimere ogni possibile azione di guerriglia.

11,20 GMT+2 Ad Atene la folla è già numerosa a Propilea e in piazza Syntagma. Due fermate centrali della metropolitana (Syntagma e Evangelismos) sono ancora una volta chiuse. Permane l’ odore dei lacrimogeni sparati il giorno prima. (In caso di arresto, la gente dovrebbe gridare ad alta voce i loro nomi ai compagni manifestanti.)

10,30 GMT+2 I pre-raduni per la seconda giornata di sciopero generale sono già iniziati. Ieri le mobilitazioni per lo sciopero hanno visto centinaia di migliaia di persone per le strade di numerose città greche (alcune stime parlavano di mezzo milione solo ad Atene). Ieri, tutti i 154 membri del partito di governo del PASOK hanno approvato il nuovo multi-pacchetto di misure d’austerità introdotte dal ministro delle Finanze Evangelos Venizelos.

Oggi, i parlamentari procederanno con il voto finale a favore o contro questa proposta di legge che mira a un’ulteriore deterioramento della vita di milioni di persone. I maiali armati della dittatura democratica, i sindacalisti collaborazionisti, i mass-media e tutti i vari fascisti hanno cercato di reprimere con ogni mezzo la grande rabbia e l’imminente rivolta sociale . Resta da vedere se la gente riuscirà a superare la paura e la propaganda mediatica, innalzando barricate di resistenza e di distruzione dell’apparato dello Stato e del Capitale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.