Mercoledì 29 giugno: Aggiornamenti costanti

Secondo giorno dello sciopero generale nazionale

Appello urgente per i documenti (foto / video) di scontri, al fine di dimostrare l’innocenza dei manifestanti arrestati e per esporre la brutalità della repressione dello Stato.

Tutte le informazioni pertinenti dovrebbero essere inviate ad Atene IMC: imc-athens-editorial@lists.indymedia.org


Video del 29 giugno

01.20 GMT+2 Assemblea in corso nel municipio occupato di Chania, Creta.

24.40 GMT+2 L’assemblea in Monastiraki ha deciso di marciare nel centro. Un corteo di circa 500 persone si svolgera’ nelle aree centrali di Thissio e Gazi. Alcune persone di questo corteo hanno poi raggiunto Syntagma dove si sono unite alle poche persone che erano rimaste li’.

23.00-24.00 GMT+2 Aggiornamenti dalle province
Thessaloniki: Una manifestazione di circa 6.000 persone si è mossa attraverso le vie della città in direzione del municipio con il fine di occuparlo. La dimostrazione è anche passata di fronte gli uffici parlamentari ‘. Al momento le persone sono riunite davanti al municipio, mentre squadre di polizia sono schierate nelle strade sopra il municipio.
Kozani, nord della Grecia: L’occupazione della Camera del Lavoro della città continua.
Patra: Un’assemblea popolare aperta è in corso.
Isola di Chios: Il municipio è stato occupato dai dimostranti.
Mytilini, isola di Lesvos:Un appello per una pubblica assemblea con microfono e un raduno in Piazza Sapfous è stato fatto prima.

23.30 GMT+2 La polizia antisommossa è stata allertata anche per i prossimi giorni con avviso di massima allerta.

23.00 GMT+2 Exarchia: 100-150 poliziotti motociclisti della squadra DELTA sono apparsi in via Asklipiou e sono allineati nelle strade circostanti, in gruppi di 4-5.

Ca. 23.00 GMT+2 Kozani, nord della Grecia: L’assemblea della Camera del Lavoro occupata ha deciso di continuare l’occupazione, c’è una richiesta per un’assemblea aperta alle 5 di domani pomeriggio.

22.30-23.00 GMT+2 E’ un po ‘più calma la situazione in Syntagma. Molte persone sono all’interno della stazione della metropolitana; fuori sono in corso scontri minori. Gas lacrimogeni contro il Centro Medico nella parte bassa della piazza.

22.46 GMT+2 Heraklion, Creta: L’assemblea popolare aperta di Piazza Eleftheria ha deciso e realizzato una dimostrazione di 700 persone in solidarietà con gli arrestati di Atene e contro lo Stato di polizia e la repressione di piazza Syntagma.

22.30 GMT+2 Nonostante il livello profondo della violenza di stato ad Atene oggi,in migliaia rimangono nelle strade e dentro Piazza Syntagma, resistendo. Un ‘assemblea è in corso a Piazza Monastiraki, mentre una barricata è appena stata eretta nella via Filellinon. Ci sono diversi blocchi della polizia in vari punti della città. Dal primo mattino di oggi, c’è una vera guerra chimica in corso contro il popolo. Le squadre di polizia motorizzata DIAS e DELTA hanno aggredito e picchiato centinaia di manifestanti intorno la via Ermou, hanno fatto irruzione in locali universitari e persino nei ristoranti picchiando turisti e manifestanti. Per la prima volta in assoluto, il lussuoso King George Hotel in Piazza Syntagma è stato evacuato.

22.00 GMT+2 La tensione si è spostata a Exarchia. All’inizio di Via Bouboulinas rivoltosi hanno attaccato un furgone della polizia anti-sommossa. Le squadre hanno sparato gas lacrimogeni e poi una caccia all’uomo è seguita nella via Tositsa; un nuovo attacco con cocktail Molotov contro le squadre di polizia che si trovano alle spalle del Museo.

21.30 GMT+2 La stazione di polizia di Exarchia e due jeep della polizia in via Tositsa sono stati attaccati come rappresaglia verso l’ondata di violenza di stato odierna.

21.00 GMT+2 Le persone si stanno radunando a piazza Monastiraki, in risposta alla chiamata incontro che era stato annunciato in precedenza al fine di coordinare le azioni di auto organizzazione. Le ultime notizia ci danno presenti circa 600-700 persone. Quasi allo stesso tempo, moto delle forze di polizia DELTA e DIAS hanno circondato la fermata della metropolitana Akropolis e inseguito persone anche all’interno di negozi e caffè. Poi hanno attraversato la via pedonale Aeropagitou senza esitare a sparare gas lacrimogeni contro i passanti.

20.30 GMT+2 molti fronti di scontri in tutta la città; barricate di fronte al re Giorgio Ηotel e la maggior parte delle strade intorno a piazza Syntagma. I cittadini rispondendo alle ripetute richieste di aiuto hanno iniziato a unirsi per le strade e, al tempo stesso,alcuni poliziotti hanno bloccato anche un’ambulanza che stava raggiungendo i manifestanti feriti.La brutalità della polizia continua. Poco fa’, sul lato inferiore del quadrato, i maiali in uniforme hanno arrestato un giovane e molti di loro lo hanno picchiato ferocemente mostrando poi il segno V di fronte i manifestanti che avevano cercato di impedire l’arresto.

20.15 GMT+2 I MAT attaccano il perimetro della piazza.

20.00 GMT+2 Il centro medico auto-organizzato allestito nella stazione della metropolitana di piazza Syntagma ha aiutato più di 500 persone ferite o con gravi problemi respiratori. L’ospedale generale Gennimatas di Atene ad oggi ha avuto 80-100 manifestanti feriti, mentre 170 manifestanti hanno visitato l’ospedale di Evangelismos fino alle 17.00.

19.55 GMT+2 Appello urgente per l’assistenza medica dai medici a Syntagma. Vi è la necessità per maschere, farmaci antiacidi, coperte e ossigeno.

19.45 GMT+2 Circa 1.000 persone sono riunite di nuovo nell’area di Kolonaki, dopo che sono state allontanate dalle vie centrali.

19.40 GMT+2 Syntagma: I poliziotti stanno lanciando ancora una volta pietre sulle teste dei manifestanti’.

19.35 GMT+2 In via Akadimias, all’altezza della Facoltà di Giurisprudenza, un team della squadra DELTA ha circondato un gruppo di manifestanti. La gente alla fine è riuscita a fuggire nei locali dell’università.

19.30 GMT+2 Tensione al Colonne di Zeus Olimpico [Olympieion]. Le forze di polizia stanno cercando di allontanare la folla radunata.

19.20 GMT+2 Poliziotti dalla scala superiore di Syntagma fanno irruzione nella piazza con furia omicida, lanciando granate assordanti e pietre contro i manifestanti e un sacco di gas lacrimogeni. Almeno due persone gravemente ferite sono state soccorse dai medici. La gente risponde con lanci di pietre. Nel frattempo, non ci sono più manifestanti a Propilei (dove un incontro serale era stato precedentemente organizzato). Solo quattro squadre di polizia sono allineate lì. La polizia ha bloccato l’area più ampia di Syntagma. pochi combattenti rimangono sulla piazza. La maggior parte delle persone sono disperse per le strade circostanti.

19.00 GMT+2 Tensione fuori i Giardino Nazionalo.

18.55 GMT+2 i poliziotti motociclisti della squadra DELTA stanno cercando e picchiando i dimostranti scappati fra le vie di Plaka.

18.50 GMT+2 Persone si sono riunite a Propilei, Plaka e Monastiraki e sono attaccati e inseguiti. A Monastiraki la ‘forze democratiche’ non hanno esitato a lanciare gas lacrimogeni anche dentro la stazione della ferrovia elettrica (ISAP). Poliziotti hanno sparato gas lacrimogeni e hanno invaso l’edificio universitario del Dipartimento di Media e comunicazione (in via Kalamiotou, Kapnikareas Piazza), dove molti manifestanti erano fuggiti. I poliziotti sono stati respinti dalla Scuola.

18.45 GMT+2 Una folla si sta riprendendo all’interno della stazione della metropolitana Syntagma che continua a funzionare normalmente. I lavoratori della metropolitana non hanno smesso per un minuto per aiutare i manifestanti in ogni modo possibile. I manifestanti hanno occupato la piazza ancora una volta, mentre i poliziotti hanno circondato il perimetro.

18.30 GMT+2 Vi è un urgente bisogno di trasferire agli ospedali i dimostranti gravemente feriti. La piazza è ancora una volta piena di gente.

18.25 GMT+2 Circa 20 poliziotti motociclisti della squadra DELTA sono arrivati tra la folla situata in via Ermou vicino Kapnikarea. Scontri tra gruppi di manifestanti e la squadra DELTA a cui si sono unite le forze MAT. Uno dei poliziotti DELTA è caduto tra i manifestanti ed è stato picchiato duramente.

18.20 GMT+2 Barricate e scontri in via Panepistimiou. Ci sono 250-300 manifestanti sul posto, forse di più. Nel frattempo, il fumo esce dal ministero delle Finanze a Syntagma.

18.18 GMT+2 L’uso di gas lacrimogeni all’interno della metropolitana Syntagma continua, i poliziotti invadono ora. La gente si disperde in tutte le direzioni con il rischio di essere calpestata.

18.15 GMT+2 I poliziotti si sono mossi dalle strade circostanti e hanno invaso piazza Syntagma. La gente è circondata. I poliziotti colpiscono brutalmente, lanciando prodotti chimici e scavalcando le tende dei manifestanti’. Poco prima che il Centro Medico di Piazza Syntagma fosse distrutto era stato spostato nella stazione della metropolitana per ragioni di sicurezza.

18.05 GMT+2 Le forze di repressione stanno sparando pallottole di gomma alle vie Stadiou e Voukourestiou.

18.00 GMT+2 Persone si riuniscono in Propilei, rispondendo alla chiamata per il raduno.

17.53 GMT+2 Tentato incendio doloso presso la Banca Agrotikil su via Panepistimiou. La gente sta distruggendo le zone circostanti. I manifestanti che hanno tentato di bruciare la banca si sono fermate quando si sono accorti che c’erano persone dentro.

17.20 GMT+2 Guerriglia ora in via Filellinon. Continue segnalazioni di manifestanti gravemente feriti. Un pilastro pubblicitario del comune è stato bruciato. Tutti chiedono il ritiro dei poliziotti; grande fatica e rabbia fra la gente. A parte la guerra chimica spietata,i poliziotti lanciano pietre contro i manifestanti da ore.

17.10 GMT+2 I poliziotti sembrano voler aprire un passaggio in Amalias, in modo che i parlamentari possano fuggire dal parlamento. C’è uno stato d’animo conflittuale tra le persone che si sono raggruppate a Propilei (Panepistimio fermata della metropolitana è aperta); serata di raccolta a Propilei, a 18.00.

17.00 GMT+2 Un tremendo attacco coordinato dai poliziotto in via Amalias, proprio di fronte al parlamento; evidente operazione della polizia per evacuare Syntagma. Innumerevoli attacchi di gas lacrimogeni e granate assordanti. I poliziotti hanno lasciato Ermou come unico sbocco. La stazione della metropolitana di Syntagma è aperta, ma i suoi spazi sono sovraffollati. La gente combatte con coraggio senza precedenti. Ci sono circa 500 manifestanti feriti.I volontari del Centro Medico di piazza Syntagma stanno facendo sforzi lodevoli per aiutare i manifestanti feriti. C’è anche un’ unità di cura vicino ad Atene Megaron (Megaro Moussikis fermata della metropolitana).

16.47 GMT+2 Dopo una mezz’ora di cessate il fuoco, e numerosi arresti in varie parti del centro della città, un attacco simultaneo di polizia è stato lanciato ai quattro angoli del Syntagma. I polizziotti attaccano la piazza con lancio di lacrimogeni. Un’arresto in piazza; altri fermati;scontri in piazza.

16.42 GMT+2 Facile accesso a Syntagma tramite le stazioni metro aperte: fermate Panepistimio e Syntagma.

16.24 GMT+2 È appena stato confermato che i poliziotti stanno anche usando proiettili di gomma contro i manifestanti a Syntagma. Inoltre,è in utilizzo un nuovo tipo di granata da parte dei poliziotti motociclisti.

16.10 GMT+2 L’intesa (memorandum di medio termine) è stato votato in parlamento su un totale di 155 parlamentari. Scontri per le strade in corso in Propilei e via Stadiou. Poco fa’ i poliziotti motociclisti DELTA e DIAS hanno fatto irruzione nella zona. C’è ancora un modo per le persone di raggiungere Syntagma: le stazioni della metropolitana Syntagma e Panepistimio operano.

15.55 GMT+2 Un pestaggio selvaggio di un fermato all’angolo di via Ermou. Continui attacchi contro dei poliziotti contro medici e infermieri. Scontri molto duri, mischie e lancio di pietre fitte. Guerra chimica.

15.30 GMT+2 La grande operazione di polizia continua. Gas lacrimogeni sparati direttamente contro i manifestanti in piazza. La gente è nel panico e c’è il pericolo di essere calpestati. Gli scioperanti sono divisi in tre parti: verso le strade Mitropoleos, Filellinon e Stadiou. La situazione è pericolosa in via Filellinon.

15.07 GMT+2 Una grande operazione di polizia di fronte al Grande Hotel Bretagne, gran parte del marmo dell’hotel è stato spaccato. Le persone rimangono costantemente a piazza Syntagma.

14.58 GMT+2 Kozani, nord della Grecia: Da un’ora e mezza la sede della Camera del Lavoro è stata occupata dagli anarchici in solidarietà con tutti coloro che lottano in questo momento per le strade greche. Questa sarà una occupazione di 24 ore al fine di servire come un centro locale di controinformazione. C’è un appello per un’assemblea aperta alle 5 del pomeriggio.

14.30 GMT+2 In via Filellinon ci sono blocchi piuttosto grandi di ML-‘K’KE, EEK, Synaspismos Gioventù, cooperativa allevatori di polli ‘dell’Epiro, Associazione dei Tecnici Radio e un grande gruppo dal gruppo popolare di Egaleo.

14.16 GMT+2 Polizia attacca i manifestanti con una quantità senza precedenti di gas lacrimogeni. Chiunque si rifiuta di lasciare la piazza. Lo slogan principale è “Pane, Educazione e Libertà-La Giunta non è finita nel 1973”.

14.11 GMT+2 Poliziotti ricostruiscono le barriere di fronte al parlamento, mentre le squadre di polizia attaccano le persone sulla piazza con una quantità senza precedenti di gas lacrimogeni. I manifestanti resistono, e non lasciano il posto.

14.00 GMT+2 Chania, Isola di Creta: Occupazione del municipio dopo un grande raduno nella mattina, in solidarietà con gli studenti e gli insegnanti che sono perseguitati a causa del loro coinvolgimento in una protesta contro la parata nazionalista dello scorso anno del 28 ottobre. Nel loro cammino verso il Municipio, i manifestanti hanno fatto visita agli uffici del PASOK, partito al governo, e ci sono stati atti di vandalismo. Una assemblea si è tenuta nel palazzo. Si è deciso di continuare l’occupazione fino alle 20.00.

13.55 GMT+2 In questo momento, scontri in Piazza Syntagma di fronte il Parlamento.

13.38 GMT+2 Le transenne di fronte al parlamento non ci sono più. La gente le ha spostate. Mischie incredibili, squadre di polizia si sono spostate di fronte le transenne cadute.

13.36 GMT+2 Poliziotti provocatoriamente lanciano gas lacrimogeni contro la folla. I manifestanti sono ben organizzati e determinati a lottare. A mani nude raccolgono i lacrimogeni e li gettano di nuovo alla polizia. Nessuno lascia il posto.

13.30 GMT+2 Un blocco di circa 500 manifestanti chesi erano riuniti in Kallimarmaro decide di trasferirsi a Syntagma. Allo stesso tempo, migliaia di persone sono riunite a Syntagma, mentre la polizia inizia lanciando gas lacrimogeni in via Amalias.

13.24 GMT+2 Uno degli attacchi non provocati da parte della polizia anti-sommossa; video dal blocco Hilton.

13.00 GMT+2 “Vouli”, canale televisivo del Parlamento, trasmette una sala del parlamento quasi vuota.

12.45 GMT+2 Due manifestanti sono stati arrestati di fronte al ministero delle Finanze. Il popolo è riuscito a liberarli. I due manifestanti che sono stati trattenuti prima al blocco Evangelismos sono stati rilasciati pure.

12.12 GMT+2 Quasi 100 manifestanti occupano il vicolo dietro Zappeion. Vi è una forte presenza di forze repressive, come i motociclisti della unità di polizia DELTA.

12.00 GMT+2 La polizia è riuscita a tenere due passaggi aperti a Zappeion e al Museo della Guerra, da dove passano i parlamentari al fine di entrare in parlamento. Vi è la necessità di rinforzi di manifestanti. Allo stesso tempo, la gente a Syntagma si muove in numerosi blocchi (anche il PAME “comunista”) per raggiungere la piazza.

11.59 GMT+2 Il blocco a Evangelismos si è rotto. Due vetture Mercedes di parlamentari sono passati per Vassilissis Sofias verso il Parlamento.

11.55 GMT+2 I manifestanti hanno barricato il vicolo dietro la Sala Zappeion. Vi è la necessità di maggior blocco per impedire il passaggio dei parlamentari.

11.50 GMT+2 Thessaloniki: poco fa, un gruppo di anti-autoritari ha occupato l’Ufficio centrale delle finanze della Chiesa (EKYO). Hanno appeso uno striscione sul palazzo che diceva ‘esproprio sociale delle proprietà della chiesa.

11.40 GMT+2 Circa 10.000 persone sono attualmente in Syntagma. I manifestanti arrivano da altre città della Grecia (Salonicco, Patrasso, Chalkida, Larissa, Volos, Trikala) e dal blocco Evangelismos.

11.25 GMT+2 Otto manifestanti feriti sono stati trasferiti in ospedale fino ad ora, picchiati da alcuni poliziotti e altri con problemi respiratori dovuti ai gas lacrimogeni.

11.20 GMT+2 Alcune pietre lanciate a Kallimarmaro.

11.15 GMT+2 Solo circa 10 parlamentari sono ora dentro il parlamento. Vi è una continua e grande operazione di polizia per garantire l’ingresso dei parlamentari nel Parlamento (l’inizio della messa in atto dell’accordo è prevista per le 14.00).

11.07 GMT+2 Il blocco a Kallimarmaro consiste principalmente di assemblee di quartiere. C’è un bisogno immediato di rinforzi. I manifestanti hanno eretto barricate con cassonetti che sono stati dati alle fiamme. Poco fa’ un lancio di pietre contro la polizia anti-sommossa ha avuto inizio a Kallimarmaro.

11.06 GMT+2 Almeno 200 manifestanti hanno attraversato il quartiere ricco di Kolonaki cantando lo slogan: “Pane, istruzione, libertà-La Giunta non è finita nel 1973”.

11.05 GMT+2 Centro di Atene: Due arresti a Evangelismos.Le Persone sono state costrette a muoversi verso Kolonaki.

11.00 GMT+2 Thessaloniki: Circa 500 lavoratori della fornitura di acqua di Salonicco e la Società Rete fognaria di rank’n’file sindacati marciano verso il porto della città.

10.56 GMT+2 Ci sono circa 200 manifestanti al blocco Evangelismos. Le forze di polizia sono state rafforzate.

10.53 GMT+2 Atene, Kallimarmaro: Gli squadroni della polizia ha attaccato i manifestanti in via Eratosthenous e arrestato un manifestante.

07.30-10.00 GMT+2 Komotini, nel nord della Grecia: I locali della Prefettura dell’Est Macedonia-Tracia sono stati occupati da circa 30 persone dell’assemblea popolare di Piazza Komotini (cittadini indignati). Dopo di che, gli squatter si sono spostati nella piazza dove si sono incontrati con altre persone al fine di continuare azioni di controinformazione, come è stato deciso ieri durante l’assemblea. Persone provenienti da Xanthi hanno partecipato all’occupazione.

09.00 GMT+2 Pochi minuti fa, squadre di polizia hanno lanciato un attacco feroce contro i circa 500 manifestanti che sono al blocco Evangelismos. La gente ha cercato di usare bombe fumogene per impedire alle unità delle forze motorizzate di polizia DIAS di bloccare la strada. Ampio utilizzo di gas lacrimogeni. Notizie di almeno tre manifestanti feriti. La stazione della metropolitana Evangelismos è chiusa. Gli scioperanti si sono raggruppati presso l’hotel Hilton, dove i poliziotti li hanno attaccati di nuovo. Allo stesso tempo, allo Stadio Panathinaiko [Kallimarmaro] blocco, i manifestanti delle assemblee di quartiere che avevano bloccata Vassileos Constantinou Avenue, sono stati attaccati e spinte da due squadre di polizia il loro blocco è stato diviso. La metà di loro sono ora (circa 9.30) all’incrocio Eratosthenous e Vassileos Constantinou, l’altra metà sono in via Ardittou; notizia di almeno un manifestante ferito.

01.00 GMT+2 Brutalità della polizia in corso. Poliziotti picchiano la gente con furia. Un dimostrante ha riferito che un infermiere è stato attaccato ferocemente ed è rimasto gravemente ferito. Il Centro Medico di Piazza Syntagma fa un appello per le forniture farmaceutiche, medici volontari, medici e infermieri. Vi è un urgente bisogno di persone che possono fornire il primo soccorso.

00.45 GMT+2 Sul lato superiore della piazza, gridano gli ‘indignados’ contro gli squadroni della polizia. Nella piazza un sacco di persone stanno ballando. Sul lato inferiore gli scontri continuano.

00.44 GMT+2 Atene: le stazioni della metropolitana vibrano’ con lo slogan del popolo “LA GIUNTA NON E’ FINITA NEL 1973”. I dipendenti della metropolitana hanno sfidato gli ordini della polizia e, invece di bloccare gli accessi delle stazioni ‘hanno aiutato la gente a scappare da forze di polizia.

00.40 GMT+2 Segnalati altri fermi, insieme con l’uso continuo di gas lacrimogeni sul lato superiore della piazza, di fronte al Monumento al Milite Ignoto.

00.30 GMT+2 Atene: Poliziotti in Moto e squadroni della polizia lanciano una grande operazione in via Stadiou. Ci sono arresti e pestaggi selvaggi. Secondo i rapporti, un manifestante ha subito percosse con un bastone ed è stato preso a calci da poliziotti per cinque minuti.

00.04 GMT+2 Kalamata, Peloponneso: Al momento, almeno 100 persone marcianoverso la stazione di polizia della città, manifestando contro la repressione a piazza Syntagma.

Leave a Reply

Your email address will not be published.