Amburgo: Incendiate auto della polizia

17 marzo 2017

Ad Amburgo si dice tschüss – anche alle auto di polizia.

Il 17 marzo ad Amburgo abbiamo dato fuoco a due auto della Polizia. In Schmarjestraße, vicinissimo al domicilio del sindaco Olaf Scholz  bruciava l’auto delle sue guardie. In Hindenburgstraße, davanti all’ufficio del sindacato di polizia (GdP) e direttamente sotto il naso del presidio di polizia bruciava un furgone del GdP.

Il GdP e il suo direttore regionale Kirsch dopo gli scontri del 21 dicembre 2013 minacciavano ad Amburgo: “La prossima volta spariamo a palla!” Simile la minaccia di una escalation ad Amburgo da parte della federazione degli agenti della criminale tedesca, con riferimento alle lotte a Genova e l’assassinio di Carlo Giuliani. Come per chiarire in tempo che in caso di una perdita del controllo durante il G20 non sarebbero da escludere dex manifestanti mortx. Per questo sistema le vittime quotidiane degli sbirri sono solo un danno collaterale necessario.

Il GdP e il sindacato tedesco di polizia sono il braccio politico degli sbirri. Insistono per un inasprimento delle pene per es. nel caso di attacchi “violenti” agli sbirri. Così, il § 114 prevede che gli attacchi sono maggiormente e più facilmente punibili e solo con pene detentive. Anche senza lesioni. E se l’attaccante porta un utensile senza usarlo o intenzione di usarlo, è un’aggravante. Il paragrafo finora vigente era stato inasprito solo nel 2011. Ma al contrario delle cifre presentate al pubblico, negli ultimi anni gli attacchi ad agenti di polizia sono diminuiti. Addirittura gli esperti in giurisprudenza penale dicono che in Germania le lesioni gravi e le prolungate assenze dal servizio sono piuttosto rare. Purtroppo! È piuttosto evidente per chi funzionano le loro leggi.

Ora il GdP ha una vettura di meno per portare il caffè agli sbirri durante il vertice. E c’è pure un furgone di meno che può ostacolare noi e lx altrx o che controlla i nostri spazi vitali. Può sembrare poca cosa ma può essere riprodotto da chiunque sia determinato a farlo. Attacchiamo quel che ci opprime. Non c’è di che attendere.

Ricordiamo Ian Tomlinson che in aprile del 2009 durante il vertice G20 moriva d’infarto dopo essere stato ripetutamente atterrato e pestato dagli sbirri che tralasciarono ogni tentativo di rianimazione.

Ricordiamo Carlo Giuliani che nel 2001 durante il vertice G7 fu ucciso a spari dagli sbirri. E tuttx senza nome che nel conflitto quotidiano con queste condizioni furono assassinatx dagli sbirri.

Prima del vertice, durante il vertice, dopo il vertice: contro lo Stato, il capitalismo ed ogni autorità!

Fonte: Linksunten

Traduzione dal tedesco mc, CH

Leave a Reply

Your email address will not be published.