Ravenna, Italia: Operazione Thor, chiuse le indagini

Oggi, 14 Agosto 2013, è stata notificata la chiusura delle indagini preliminari in riferimento all’Operazione Thor portata avanti della Procura di Bologna dai pm Antonio Guastapane e Antonella Scandellari. Sei in tutto i/le compagni/e indagati/e, con l’aggiunta dei compagni Stefano Fosco (attualmente prigioniero nel carcere di Ferrara per l’operazione “Ardire”) e Giuseppe Lo Turco (i quali, ad Agosto 2012, non risultavano indagati per questi fatti). Forse cosi si potrebbe spiegare la “visita informale” ricevuta nel carcere di Ferrare dai due compagni a metà Aprile 2013, proprio da personale della ps di Ravenna. Visita finita chiaramente con un buco nell’acqua da parte degli sbirri.

Il reato contestato a tutti gli indagati è il sempre presente 270bis, in merito alla costituzione di un presunto gruppo aderente alla FAI/FRI. Poi ad alcuni vengono contestati episodi specifici, tra cui:

– La distruzione di un bancomat Unicredit a Ravenna (21 Settembre 2011): rivendicazione

– Il danneggiamento di una decina di veicoli (di ENI, CMC, suv di lusso ecc) a Ravenna (19-20 Novembre 2011): rivendicazione

– L’incendio dell’ingresso di una filiale Unicredit (3-4 Dicembre 2011) a Ravenna: rivendicazione

Solidarietà ai/alle compagni/e indagati/e!

Leave a Reply

Your email address will not be published.