Francia: Lettera di Michaël Dupanloup all’uscita dal carcere

Il 9 marzo 2013 sono uscito di prigione. Questo è il seguito di quasi 4 anni di procedure repressive legate a un’esplosione avvenuta nel maggio 2009 a Chambéry in cui la mia compagna Zoe è morta e in cui io sono rimasto gravemente ferito.

Ho quindi trascorso un po’ più di 4 mesi nelle carceri dello Stato (2 in detenzione pre-processo dopo l’incidente, e 2 dopo il processo) e più di tre anni sotto la supervisione quotidiana del tribunale e restrizioni legali, così come nel rischio di tornare in carcere per ogni breccia di libertà che regolarmente ho strappato alle loro costrizioni.

Anche se i procedimenti legali possono essere conclusi, e poiché la giustizia cerca sempre di mantenere il controllo a lungo termine, ho ancora sei mesi di pena sospesa e la minaccia di una sentenza minima per infrazioni ripetute.

Anche se sono fuori, è ovvio che questa pagina del passato non la posso girare, perché Zoe lascia un vuoto doloroso nel mio cuori così come nei cuori dei suoi cari, e perché la prigione e le mie ferite lasceranno un segno indelebile sul mio corpo e sulla mia mente.

Non c’è bisogno di dire che non cercherò di seppellire il lascito causato dal mio imprigionamento; la mia rabbia verso questo sistema sociale ne esce solo rafforzata, così come la mia determinazione a combattere per un mondo senza oppressione o dominio.

Vorrei anche prendere questo breve testo come opportunità per ringraziare tuttx quellx che hanno mostrato solidarietà durante la mia carcerazione e per le numerose lettere e cartoline che mi hanno permesso di vivere durante questo tempo nel modo più agevole possibile, così come il fondo di solidarietà Kalimero per il loro supporto finanziario, che è stato molto utile nelle condizioni precarie della prigione.

Perchè la libertà sarà sempre illusoria finchè le persone devono affrontare il carcere e il controllo dello Stato!

Perchè un mondo senza dominio e oppressione non può venire elemosinato o votato, ma deve essere costruito – lunga vita alla rivolta!

Facciamo saltare questo mondo di merda e tutto quello che gli permette di esistere!

Mike
Contatto: soutien25mai (at) riseup.net

fonte

Leave a Reply

Your email address will not be published.