Grecia: Comunicato dei 3 compagni arrestati per le rapine in banche a Velventòs-Kozani

Comunicato:

Rubiamo un paio di parole dalle celle del centro di detenzione dove siamo ostaggi per dichiarare i propri obiettivi e le intenzioni in modo di chiarire la situazione sugli ultimi eventi.

Come anarchici consideriamo la scelta della rapina di una banca come una scelta consapevole di resistenza. La nostra azione non aveva lo scopo dell’arricchimento personale. L’attacco contro i templi del capitale fa parte della nostra azione rivoluzionaria generale.

A proposito della nostre tortura da parte delle forze di repressione, non vogliamo che essa contribuisce come punto per la nostra vittimizzazione. Non ci aspettavamo nulla di diverso dai nemici della libertà. Non dimentichiamo quante persone sono state schiacciate nelle stazioni della polizia e nelle loro prigioni. Che diventino i segni della tortura un’altra occasione per trasformare la rabbia in azione.

Verso i rappresentanti istituzionali della giustizia, il nostro atteggiamento sarà intransigente e senza compromessi.

NON COLLABORIAMO – NON CI APOLOGIAMO

VIVA L’ANARCHIA

I anarchici
Nikos Romanos
Andreas-Dimitris Bourzoukos
Yannis Michailidis

PS. Seguirà un testo dettagliato di tutti e quattro arrestati in riguardo al nostro caso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.