Cipro: Antifascisti hanno protestato davanti all’ambasciata greca a Nicosia in memoria di Shehzad Luqman, che è stato accoltellato a morte da due neonazisti ad Atene

nicosia-ii

nicosia-i

Il nazionalismo è una malattia infantile. È il morbillo dell’umanità.
-Albert Einstein (1921)

Antifascisti sono riuniti davanti all’ambasciata greca a Nicosia il 21 Gennaio 2013 per protestare contro l’omicidio di un 26enne immigrato dal Pakistan, Shehzad Luqman. Nelle prime ore del mattino di Giovedì, 17 Gennaio, Shehzad è stato accoltellato a morte dai seguaci dell’Alba Dorata nel quartiere di Ano Petralona ad Atene.

I compagni hanno dispiegato uno striscione all’ingresso dell’ambasciata per circa mezz’ora, che scriveva: “Shehzad Luqman, ucciso dalle coltellate fatali dei fascisti dell’Alba Dorata – Disgrazia completa” e poi sono scesi in corteo per le strade principali di Nicosia. La marcia antifascista si è conclusa nei pressi della Via Ledras.

Non ripetiamo gli errori del passato. I fascisti sono sempre stati uno strumento del sistema, cerchiamo di isolarli.

nicosia-iii

fonte

Leave a Reply

Your email address will not be published.