Atene: Presidio antifascista in Holargos

Venerdi 18 Novembre, giusto il giorno dopo la manifestazione commemorativa del 17 Novembre, il partito fascista LAOS, che fà parte del nuovo governo di “salvezza nazionale” o “unità nazionale”, ha organizzato un dibattito per le ore 20:00 presso il municipio di Holargos. Membri dell’assemblea popolare di Holargos, e persone solidali dei vicini quartieri, si sono riuniti fuori il municipio per protestare contro i membri fascisti del nuovo governo e chiedere l’annullamento di questo incontro. Alle 18: circa, le forze di polizia che avevano già bloccato la zona, sono venute a contatto con quasi 200 persone e quasi subito si sono registarti piccoli scontri. Per più di due ore le persone hanno scandito slogan anti fascisti ed hanno cercato di impedire ai militanti fascisti di entrare nel palazzo. Verso le 21.30, spontaneamente, una marcia è partita verso la stazione del metrò di Holargos dove ha avuto termine l’azione anti fascista.

Fascisti e il Protocollo vanno mano nella mano. Merda sul Laos e Karatzaferis(presidente del LAOS). Assemblea popolare di Holargos-Papagou.

Il testo che segue è stato distribuito durante il presidio antifascista:

Niente è più lo stesso. Le illusioni cadono a pezzi ad una velocità senza precedenti. Sotto la spinta popolare (sciopero generale del 19-20 Ottobre, scontri con la polizia fuori il parlamento, striscioni politici durante le partite di calcio, le parate nazionali trasformate in proteste di rabbia), e sotto l’incontrollabile processo della crisi globale del sistema capitalista, ci è stata imposta una giunta. Ci riferiamo all’aggressiva riorganizzazione del potere borghese che mira ad imporre, con qualsiasi mezzo ed a qualsiasi costo, gli interessi del capitale nazionale ed internazionale.

Ci è stato imposto un governo di unità nazionale, con un primo ministro che è l’ex vice direttore della Banca Centrale Europea, ex governatore della Banca Nazionale di Grecia e, fino a poco tempo fà, membro del ramo europeo di Goldman and Sachs e consigliere economico ad honorem di George Papandreou. Pasok (Partito Socialista), Nea Dimokratia (partito di destra), LAOS (partito di estrema destra), Bakogianni (partito politico centrista-liberale), Federazione Greca delle Imprese (SEV), e tutti i media sono d’accordo che è venuto per il nostro bene…

All’interno di questo contesto e, antagonisticamente, il giorno dopo il 17 Novembre, il partito di estrema destra LAOS organizza un dibattito con relatori principali Aivaliotis Costantinos, Adonis Georgiadis, Karathanos Mpampis, con soggetto : ” Proposte per l’uscita del paese dalla crisi: informazioni sui risultati conseguiti dal LAOS “. Noi residenti abbiamo deciso di cancellarlo e affermiamo che sono indesiderati.

Cancelliamolo, perchè il LAOS è responsabile per la riduzione dei salari e delle pensioni, le centinaia di migliaia di licenziamenti, i tagli al lavoro, le pesanti tasse, i protocolli, la “liberalizzazione delle professioni chiuse”, la continua privazione delle nostre vite. Non dimentichiamo che secondo il presidente del LAOS, è stata sua l’idea dell’appello del paese al FMI.

Cancelliamolo, perchè il Laos è responsabile dei pogrom razzisti, la legge-copertura, l’irrigidimento della politica repressiva, le leggi anti terrorismo, l’abolizione dell’asilo nelle università. Durante la prima settimana di potere, il nuovo governo ha avuto il tempo di vietare la manifestazione anti fascista a Nikaia e al tempo stesso permettere e garantire il presidio di Alba d’Oro (Chrissi Avgi), perseguire gli individui che hanno presumibilmente partecipato alla cancellazione della parata militare a Salonicco e mostrato disapprovazione verso le autorità, consentire il prelievo del DNA “quando ci sono forti sospetti che una persona abbia commesso un crimine o abbia un comportamento anti-sociale punibile con la reclusione non sotto i 3 mesi”.

Cancelliamolo, perchè il Laos è chiaramente un partito fascista che promuove il nazionalismo e il razzismo. Uno dei ministri dell’attuale governo -Adonis Georgiadis- anche relatore nel Municipio di Holargos, afferma che il suo libro preferito sia l’ultimo di “K. Plevris” , che tra l’atro dice: ” Le SS, e soprattutto il braccio armato delle Waffen SS, hanno dimostrato di essere i cavalieri dell’era moderna, combattenti imbattibili in tutta Europa, che sacrificano le loro vite per l’ideale del “Nuovo Ordine”, per le nazioni civilizzate. All’interno delle classi  delle SS vi si trova la parte più squisita della Razza Ariana”.

Nessuno dovrebbe smettere di usare la propria testa e tirarsi indietro. Se prendono il potere lavoreremo come schiavi nelle ” Zone Economiche Speciali” e vivremo come selvaggi. Noi continuiamo a lottare contro l’elitè politica ed economica, contro la Troika e il suo personale politico. Organizzando scioperi dinamici e dimostrazioni, bersagliando i responsabili del nostro impoverimento, organizzando la sospensione dei pagamenti( in ospedali,uffici delle imposte, la società elettrica, le banche, i pedaggi, etc), creando spazi sociali liberi e bazar in ogni quartiere.

Noi non dimentichiamo. Il Politecnico insorge per rovesciare la Giunta.

Presidio alle 18.30, 18/11, Municipio di Holargos, Pericleous 55

Assemblea Popolare di Holargos-Papagou

P.S. Invitiamo gli ex occupanti abusivo della scuola del Politecnico, capitano Papoutsis( che collabora con il presidente della fazione giovani dei EPEN, M. Voridis per la “salvezza del paese”) a prendere i suoi mercenari ( MAT, DIAS, le forze anti-terrorismo, etc) e andare ad Ekali (un’esclusivo ed elegante sobborgo dell’Attica a 20 KM a nord di Atene).

fonti: anoixtisyneleysixolargoupapagou, athens. indymedia.org

Leave a Reply

Your email address will not be published.