Contatti

Per contribuire in traduzioni, correzioni e/o materiale di prima mano per la pubblicazione, come ad esempio aggiornamenti dalle strade, aggiornamenti di azioni, rivendicazioni di responsabilità, testi di compagni imprigionati o perseguitati, richiami, opuscoli, articoli di opinione, ecc: contrainfo(at)espiv.net

Friburgo, Germania: Vernice a direzione della polizia federale e filiale bancaria

29 luglio 2017

Nel fine settimana attorno al 29 luglio ci furono varie azioni simboliche connesse alla repressione del vertice G20 ad Amburgo. Dopo la massiccia protesta nella città portuale contro l’incontro delle più grandi potenze economiche, quasi tre dozzine di amicx sono tuttora in galera. Per questo abbiamo fatto delle passeggiate autonome sotto le galere chiedendo la loro liberazione e rendendo visibile anche qui lo spirito della ribellione.

Ecco una lista incompleta delle azioni in complicità con tuttx dietro le sbarre e con coloro che s’impegnano nella lotta per un altro mondo oltre lo Stato, il capitale, il patriarcato, il controllo della migrazione e il sistema delle galere:

-Nello Stühlinger attacco con la vernice alla direzione della polizia federale
-Spray contro il sistema galera e il G20 nel centro città
-Due striscioni al ponte ferroviario Höllental nella Wiehre
-Attacco alla vernice alla filiale bancaria nella Vauban
-Manifesti DIY in complicità con lx prigionierx

Motivo:
Lo Stato di polizia BRD inizio luglio ha inscenato un’esercitazione controinsurrezionale in tempo reale ad Amburgo. Dove gli sbirri non hanno solamente calpestato le leggi ed i tribunali. È un miracolo che ad Amburgo non c’è stata morte per violenza sbirresca.

Molte centinaia di manifestanti sono statx in parte gravemente feritx: Gli sbirri hanno tentato di assassinare delle persone per imporre il vertice, spingendolx dai muri e dalle impalcature, investendole con le loro vetture, mirando alle teste con i manganelli e addirittura usando armi da sparo. E in parte furono mandati allo sbaraglio dai propri superiori.

Ma la nostra pietà non è per i porci che sono troppo stupidi per trovare un abbeveraggio quando diventa troppo caldo. Gran parte degli sbirri “feriti” furono beccati dal “fuoco amico”. Ogni porco di sbirro collassato ci fa piacere e riteniamo assolutamente fuori luogo la rappresentazione mediatica di una “orgia di violenza degli autonomi”.

Moltx che lavorano per la stampa furono impediti dagli sbirri a fare il proprio lavoro, e ora le redazioni corrotte fanno si che si diffonda l’immagine semplicista di una ribellione della strada rappresentata come “guerra civile” e spacciando i 20.000 camerati del manganello da “salvatori del diritto”.
Con questo si perde totalmente di vista quant’era ed è importante e legittima la resistenza variegata contro l’alleanza tra re sauditi, populisti USA, fondamentalisti del mercato europei e sudamericani e dittature asiatiche.

Alcuni negozi saccheggiati, banche rotte e sbirri che anche loro una volta tanto devono correre sono immagini necessarie che esprimono la speranza in un mondo più libero. Sono immagini delle quali ne vorremmo di più, fintanto che il loro dominio distrugge questo pianeta.

La politica e la direzione operativa hanno preso in ostaggio una metropoli e per questo “studio di fattibilità” misero consapevolmente in pericolo la vita di tante persone. Centinaia di abusi su dex manifestanti e un’amara perdita di controllo erano la conseguenza di quest’arroganza del potere.
Solidarizziamo con coloro che ora sono dentro e dovrebbero scontare l’irresponsabilità del senato di Amburgo, del governo federale e dei loro sgherri.

Ad Amburgo, il vertice è stato ostacolato con successo e in modo vario. Decine di migliaia dopo giorni di diktat sbirresco iniziarono a difendersi e una vasta fetta della popolazione poteva finalmente sfogare la propria rabbia contro la violenza dello Stato ed i merdosi rapporti di proprietà. Purtroppo esiste più di una storia del vertice, anche se Scholz e la sua socialdemocrazia tipo Morgenpost sarebbero volentieri gli unici a scriverla.

Continueremo a lottare contro l’instaurazione di Stati di polizia, a sabotare l’alleanza tra la globalizzazione neoliberale e i populisti reazionari e ad attaccare i vertici dei padroni.
Difenderemo gli spazi e le strutture solidali e c’impegniamo in ogni momento a provocare il caos necessario per distruggere il loro ordine costruito sul petrolio. Siamo dappertutto e siamo arrabbiatx. Con motivi.

Uguale se ad Amburgo o Buenos Aires:
United we stand!
Pas de justice, pas de paix !
Viva la lotta per la libertà!
Capitalistas y fascistas no pasarán!
La nostra solidarietà contro la loro repressione!

Fonte: Linksunten

Traduzione dal tedesco mc, CH

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>