Mosca: Fronte di Liberazione della Terra FAI/FRI rivendica incendio di due escavatori

ELF vs tagliaboschi 2:0

Nella notte del 14 Febbraio 2014 ci siamo infiltrati, come ombre, nel campo dei tagliaboschi.

Erano le tre di notte, ma i lavoratori non dormivano ancora. Un escavatore stava lavorando, i lavoratori facevano su e giu nel campo e la guardia stava guardando la televisione e bevendo la sua birra. Secondo la nostra esperienza, questo era un grande campo con circa 5-6 baracche, un magazzino del legname con stanze, 2 auto, 3 escavatori e una livellatrice. Dopo esserci inoltrati, tra baracche e auto, abbiamo scelto due escavatori come obiettivi più rappresentativi della fauna locale. Dopo tutto come programmato. I loro motori a scoppio e le coperture sono stati coperti di stracci imbevuti di molta benzina. Dopo siamo andati via dal posto con successo, e ci siamo posizionati per goderci lo spettacolo per qualche minuto. Due nere colonne di fumo sono salite dai veicoli. Crediamo che il danno ammonti tra i 6 e gli 8 milioni di rubli.

Speriamo che questo sabotaggio interrompa temporaneamente lo sviluppo della cava di sabbia. Ci sono già altre cave abbandonate nella zona. Dalla nostra ultima esplorazione li, una grande porzione di foresta è andata distrutta, per far espandere le cave. La sabbia di questa zona viene esportata per essere venduta, dato che l’edilizia è un settore di profitto, che non ha tempo per piccole cose come la natura, l’aria fresca, ecc.

Buona fortuna a tutti quelli che sono in gioco. Pieghiamo le loro linee.

Mosca 2014, ELF/FAI/FRI (Fronte di Liberazione della Terra/Federazione Anarchica Informale/Fronte Rivoluzionario Internazionale)

Leave a Reply

Your email address will not be published.