Svezia: ALF libera migliaia di pesci da un allevamento

Nella notte del 28 agosto l’ALF ha visitato l’allevamento di pesci Umlax nel nord della Svezia. Con l’aiuto dell’oscurità della notte e di un paio di coltelli abbiamo squarciato tutte le 18 grandi reti dell’allevamento permettendo a 520.000 pesci (131 tonni) di nuotare via liberi nel fiume di Umea. Invece di vite costrette in una prigionia angusta con stress e malattie che terminano con l’essere uccisi, venduti, e mangiati, oltre mezzo milione di individui hanno avuto la possibilità di una vita in libertà, l’opportunità di prendere decisioni, riposare e trovare cibo.

Non pensiamo che ai pesci interessi che l’allevamento fosse senza assicurazione, o che l’allevatore abbia messo una ricompensa di 10.000 al pubblico per acciuffare i liberatori. Pensiamo che i pesci preferiscano vivere una vita in libertà, per quanto corta o lunga possa essere, piuttosto che vivere nell’inferno che è un allevamento di pesci.

Tutti gli animali hanno diritto alla loro libertà!
Usciamo nella notte e liberiamo!

ALF [Fronte di Liberazione Animale]
_____
Secondo le notizie dei media svedesi, durante la notte del 27 agosto sono state aperte 27 gabbie in un allevamento di pesci a Umgransele, fuori dalla città di Lycksele, e migliaia di salmoni sono fuggiti nel fiume Ume. ” ALF  ♥ il pesce selvaggio” è stato trovato scritto sul posto. La polizia ha stimato i danni in milioni di corone svedesi.

C’è stato un sabotaggio simile nel novembre 2008 in cui più di 100.000 pesci vennero liberati da due allevamenti di pesci nel nord della Svezia.

fonte

Leave a Reply

Your email address will not be published.