Strasburgo: Azione di solidarietà contro il Consolato Greco

Esistono gli arrabbiati, esistono gli insorti

Rivendichiamo l’azione che ha avuto luogo presso il Consolato Greco a Strasburgo in Viale dei Vosgi. Lo abbiamo coperto di vernice rossa, rosso come il sangue che fa scorrere la repressione di stato contro il popolo ribelle in Grecia, al quale esprimiamo la nostra assoluta e incondizionata solidarietà. Al momento circa 100 annunci sono partiti con il seguente testo condiviso:

Solidarietà verso il popolo ribelle e tutti i rivoluzionari

In Grecia, come altrove, l’orrore del sistema repressivo va di pari passo con gli attacchi predatori del Capitale.

La disoccupazione, l’insicurezza, la miseria e la sopravvivenza quotidiana del popolo greco avrà risposta attraverso l’esproprio, un movimento “Non pago” per le occupazioni di edifici pubblici, conflitti, scioperi violenti, assemblee popolari di coesione e auto-organizzazione.

La rivolta sociale, popolare e diffusa, è stata lanciata nel giugno 2011 attraverso l’occupazione degli edifici delle prefetture e dei municipi, mentre la polizia e il potere hanno continuato con incursioni, arresti, attacchi e linciaggi, la sanguinosa repressione in combutta con i militanti fascisti.

Questa ribellione è anche la nostra.

Resistenza contro questo sistema di morte e pronto al collasso che ci vuole spingere verso la caduta.

Qui come ovunque,
morte a ogni potere,
viva la rivoluzione

Gruppo Mary Read – 1 luglio 2011

Fonte: juralib.noblogs.org

Leave a Reply

Your email address will not be published.