Mosca, Russia: Banca attaccata con molotov il 19/10/2013 da CCF-Russia/FAI-FRI

9042_1_other_wallpapers_fire_destruction

Prima di tutto vogliamo mandare saluti “di fuoco” ai nostri fratelli e sorelle. Forza ai prigionieri anarchici e a quelli che hanno scelto la vita in clandestinità. Ricordiamo i nostri compagni caduti e facciamo del nostro meglio per vendicarli (un riferimento al corteo del 19 Gennaio in memoria di un altro anniversario dalla morte di Anastasia Baburova e Stanislav Markelov – antifascisti uccisi dagli squadroni della morte nazisti – trans.). Per la vostra libertà e la nostra! Nessuno ci toglierà la nostra felicità se non noi stessi. Keep rocking the boat! (un’allusione al popolare motto liberale anti-Putin). Li getteremo a mare e li daremo in pasto ai pesci! Non c’è bisogno di spiegazioni o scuse per quello che facciamo. Ogni giorno la nostra coscienza ci spinge ad infrangere “la legge”. Solo la gioia della lotta e della resistenza ci riempie del sentimento della turbolezza. Incoraggiamo chiunque abbia avuto l’occasione di lanciare una molotov o di usare un’arma, ma che ora si è radicato nella routine quotidiana, a ricordare quella sensazione. Vogliamo che chi è solo recentemente arrivato a questa consapevolezza, ci pensi sopra. Fai un passo in più. E’ tutto nelle tue mani. Che i fuochi possano illuminare il percorso che prenderai.

Non lasciare che sbirri o vigili del fuoco trovano le tue impronte dove potrebbero

Questa notte siamo usciti nelle strade ancora una volta. Non appena il cielo si è scurito, abbiamo attaccato l’ufficio bancario di “Sberbank” a sud di Mosca. Diverse decine di passanti sono diventati spettatori passivi dell’azione. Non appena abbiamo cominciato a sfondare le vetrate hanno cercato di dare voce al loro malcontento. Un colpo. Poi un altro. Non appena si è aperto un buco grande abbastanza perchè ci passasse una molotov, abbiamo gettato dentro diversi cocktail.

Nessuno degli onesti cittadini rispettosi-della-legge ha avuto abbastanza coraggio da intervenire. Tutto quello che sono stati in grado di fare è chiamare la polizia. E sono arrivati con le loro auto. 15 minuti dopo che ci eravamo ritirati attraverso il parco fino alla stazione della metro più vicina. Con nessuno da arrestare, hanno continuato a spaventare ed allontanare la gente del posto con le loro rumorose sirene.

Cospirazione delle Cellule di Fuoco – Cellula Russa
FAI-FRI

fonte

Leave a Reply

Your email address will not be published.