Marco Camenisch: Mauri, “quattro anni dalla sua morte in combattimento”

bird-flying-free

Quattro anni?. Mi sembra un’infinità, ma anche un nulla da quando Culmine mi mandò la notizia di quel 22 Maggio, insieme a un ritaglio di giornale con la sua foto. Solo un pezzo di carta, un’immagine già segnata dal tempo, destinata presto a scomporsi?.

Si, ma anche molti di più!.

É il simbolo di un ricordo indelebile, è una cara ed intima immagine, una delle davvero pocche che ho finora sempre attaccato al muro della cella. É il simbolo di un legame con il guerriero Mauri, e con la sua tribù guerriera, impresso a fuoco sempre fermo e saldo nel mio cuore e nella mia mente.
Oltre ogni confine, distanza, repressione, e morte!

Nei giorni, nelle settimane, negli anni tanto isolati quanto irrimediabilmente e profondamente vissuti nel cerchio intimo e mondiale della nostra resistenza e guerra sociale, quando mi scorre in mente o mi scorrono gli occhi al punky Mauri, ogni volta mi fermo colmo d’amore, e fieramente saluto e sorrido a questo nostro fratello e compagno guerriero.

E poi, ma quante volte succede!, ci narriamo le nostre vite e lotte contro questa putrefatta società…SOCIETÀ tanto imperante quanto sempre traballante sotto il timore che incutiamo al sistema letale con la nostra fermezza ed azione solidale!.

Parliamo, il punky Mauri ed io, del nostro amore e del loro timore di chi ben sa dove sta la forza della ragione e dell’amore, di chi ben sa che ha solo la ragione della forza senza cuore, senza vita e distruttiva della tecnologia, del denaro, del potere sul mondo schiavo.

Parliamo della mia gratitudine, enorme, di come sempre mi aiuta a rimanere uniti tra noi e con voi tuttx, uniti con questo nostro mondo guerriero in lotta per un mondo e un futuro giusto per tuttx ed in tutto. Per un mondo liberato dal loro potere, dal loro denaro, liberato dalla loro tecnologia e schiavitù, dalla loro distruzione totale!

Ecco di cosa parliamo, Mauri ed io, sempre. Di vita, di lotta. D’irrimediabile fermezza!

Mauri, non sarai mai solo un ricordo, fratello e compagno mio!

Sarai sempre con noi, sarai vivo nella nostra vita, sarai vivo nella nostra fermezza, sarai vivo nella nostra lotta!

Mauri, esempio e forza guerriera oltre ogni tempo, confine, distanza, repressione, e morte!

Marco Camenisch, dalla galera Svizzera, fine Maggio 2013 e sempre!

Leave a Reply

Your email address will not be published.