Berlino: Pietre, pece vernice ad ufficio comunale per l’ordine e a sede dei verdi

23+24 marzo 2017

Per due notti consecutive abbiamo attaccato con pietre, pece e vernice l’ufficio per l’ordine Reinickendorf e la sede dei verdi a Mitte.

Solo poche settimane fa con temperature ghiacciate il circondario Mitte diretto dai verdi su ordine del loro sindaco Stephan von Dassel fece sgomberare dalla zona Tiergarten vari campeggi di senzatetto. Con l’aiuto degli sbirri dell’ufficio comunale per l’ordine furono distrutte le tende ed i ripari di fortuna e scacciate le persone che vi vivevano.

In una cinica presa di posizione, von Dassel commentava lo sgombero: “Il circondario Mitte dispone di un gran numero di offerte di sostegno e di consulenza affinché nessuna persona in questa città e a queste temperature sia costretta a pernottare per strada.” Una bugia bell’e buona che una volta in più dimostra la logica dello sfruttamento su cui si basa anche l’agire di von Dassel.

Nella città capitalista è quotidiano scacciare ed emarginare tuttx che non sono sfruttabili nel senso del capitale. Non dovrebbe stupire nessunx che anche con un senato sotto direzione rosso-rosso-verde non c’è da aspettarsi altro che solo l’amministrazione di questa miseria. Che von Dassel non utilizza i sebbene minimi margini come per esempio la rinuncia agli sgomberi in inverno, dimostra ancora meglio da che parte sta. Una tale ristrutturazione urbana ha molte facce. Una parte ne è scacciare lx senzatetto, alcolistx e tossicodipendenti anzitutto dal centro città per suggerire un immagine di “pulizia” e “ordine”.

Che l’ufficio comunale per l’ordine ne è volenteroso esecutore si dimostra giorno per giorno di nuovo. Esattamente come gli sbirri è parte dell’apparato urbano che terrorizza tuttx che non ci stanno nell’immagine della città rivalutata, o che vi si oppongono.

In questo senso ci rallegrava tantissimo che vari uffici per l’ordine hanno subito alcuni attacchi nel corso della campagna militante contro il G20 ad Amburgo.* Il G20 rappresenta il perfezionamento del sistema che produce gente povera e superflua che poi è scacciata dalla città da un sindaco qualsiasi.
Riteniamo decisivo organizzare la resistenza intensificando e collegando le lotte locali per così  riguadagnare la capacità d’azione anche oltre le giornate di luglio.

Portare ad Amburgo le lotte di quartiere! Far crollare il loro ordine!

P.S.: Ci ha anche fatto un sacco di piacere che è stato colpito anche il porco Thomas Isenberg, che da mesi lavora per l’espulsione dei senzatetto dal quartiere Hansa e che sotto il motto “sicurezza ed ordine per il quartiere” vuole ancora di più sbirri nel quartiere.**

* https://linksunten.indymedia.org/en/node/196164,
https://linksunten.indymedia.org/en/node/199595
https://linksunten.indymedia.org/en/node/200596
**  https://linksunten.indymedia.org/en/node/20495

Fonte: Linksunten

Traduzione dal tedesco mc, CH

Leave a Reply

Your email address will not be published.