Atene, Grecia: Incendio di veicoli della polizia

Coche policía pis

Nelle prime ore del giovedì grasso (07-03-2013) abbiamo fatto visita a una nota residenza di una famiglia di poliziotti ad Agios Dimitrios sulla Via Eratosthenis 42, e abbiamo incendiato le loro due auto personali. Questa azione è una risposta minima alle loro provocazioni quotidiane.

Dalla tortura degli arrestati al presidio antifascista e a Velventos, ai centri di detenzione per immigrati e le stazioni di polizia, le retate quotidiane contro gli immigrati ed i tossicodipendenti fino al terrorizzare la società locale a Ierissos, il lavoro degli sbirri è uno solo. Essere i cani da guardia antisociali dell’autorità.

Abbiamo scelto di muoverci in maniera decisa e diretta e con mezzi accessibili a chiunque – una bottiglia di benzina, una candela, un accendino – vicino ai pneumatici delle loro auto. In questo modo vogliamo ricordarli che le scelte che hanno fatto portano a delle conseguenze.

Siamo ovunque e poiché indossate i vostri distintivi mentre tornate alle vostre case, noi saremo lì per lasciare le nostre caratteristiche.

Inviamo i nostri saluti incendiari e la nostra solidarietà ai membri dell’organizzazione rivoluzionaria CCF e a quelli perseguiti per lo stesso caso. Ai membri di Lotta Rivoluzionaria e a quelli accusati per la partecipazione. Ai 4 compagni della rapina a Velventos (Kozani). A tutti/e i/le combattenti perseguiti/e.

PS: Rivendichiamo anche un incendio avvenuto venerdì 19-domenica 21 ottobre 2012, quando abbiamo incendiato rispettivamente un veicolo di UPS (corriere) sulla Via Ilia Iliou a Pagrati, 1 CLK fuori dal club Gazi, 1 SLK sulla Via Vikela a Patissia.

Molestia Domiciliare

fonti : i, ii