Cile: Aggiornamenti giudiziari su Carla Verdugo, Ivan Silva e Hans Niemeyer

Carla e Ivan rifiutano il giudizio abbreviato della legge antiterrorista

Il 20 Novembre del 2012 Carla e Ivan hanno rifiutato di accettare un procedimento abbreviato che li avrebbe lasciati direttamente uscire dal carcere. Dopo il fallimento della Corte di Appello che conferma la sentenza per danno e non per terrorismo contro Luciano Tortuga, era stata fissata un’udienza in cui si sarebbe discusso della possibilità di giudizio abbreviato (ammettere la responsabilità in cambio di un abbassamento della condanna). La procura ostinata nelle sue fantasie antiterroriste, insiste ad invocare e mantenere questa legge nel momento di processare i compagni. Sia Carla che Ivan come i loro avvocati hanno rifiutato l’ “offerta” che avrebbe permesso alla procura di ottenere la prima sentenza per “terrorismo” nel contesto della collocazione di congegni esplosivi. Dopo essere stati arrestati il 16 Aprile 2012, Carla e Ivan continuano ad essere in attesa di giudizio.

Rimane in prigione preventiva Hans Niemeyer

Il 15 Novembre 2012 la 13° udienza di garanzia ha confermato il carcere preventivo contro Hans, che si trova accusato di partecipazione in diversi attentati esplosivi. Il processo contro Hans si trova in stallo e sospeso per richieste di appello dei querelanti al tribunale costituzionale, secondo le indiscrezioni della stampa.

Anche se il giudice ha segnalato che i reati non sarebbero in alcun caso terroristi, ha deciso di mantenere la prigione preventiva considerando che la Corte di Appello aveva già revocato in due occasioni la sua “libertà”. Si attende che il tribunale costituzionale risolva presto l’appello dei querelanti per poter in questo modo arrivare al processo.

fonti: i, ii

Leave a Reply

Your email address will not be published.