Belgio: Ogni suicidio in carcere è un omicidio di Stato

Aggiornamenti dalle prigioni belghe:

All’inizio del mese di Ottobre, due dei tre direttori del carcere di Aden sono stati licenziati o trasferiti. Attualmente rimane solo un direttore mentre un nuovo prenderà carico in poche settimane. Sembra che lui abbia già raggiunto un accordo con i sindacati delle guardie di Aden per rafforzare la sicurezza e per cambiare lo stato di detenzione, riorganizzando i bracci ed i piani del carcere in base alla “pericolosità” del detenuto.

Oltre a ciò, non è cambiato nulla per la stragrande maggioranza dei detenuti in Aden: restano in carcere 23 ore 24 ore al giorno. Non ci sono attività, lezioni, niente. Quando escono in aria al cortile, gli aspettano ogni volta una ventina di guardie che gli sorvegliano ed effettuano perquisizioni fisiche (cercando di evitare la presa di ostaggi).

Le ultime settimane, diverse guardie furono attaccate e ferite dai prigionieri. Ci sono state anche alcune proteste nel cortile dai prigionieri, che si rifiutavano di rientrare nelle loro celle dopo l’aria, in modo da denunciare le condizioni carcerarie e il regime che prevale. E la tensione aumenta…

Prigionieri di Aden hanno anche reso noto che all’Huy ci è stato un altro dramma. Un giovane, in carcere per la prima volta, si suicidò il giorno del suo arrivo nel carcere dell’Huy [1° Ottobre 2012]. In effetti, si era lamentato per la sua detenzione in una cella bianca (come di solito avviene nei primi giorni di detenzione in cui vengono collocati i prigionieri sotto osservazione in celle bianche). Durante la notte, è stato trovato impiccato.

Ogni suicidio in carcere è un omicidio di Stato!

Nota: Per quasi un anno i sindacati delle guardie carcerarie in Belgio richiamano in scioperi richiedono maggiori misure di sicurezza in modo da esercitare le loro funzioni senza ostacoli. Questo porta a delle condizioni di detenzione ancora più terribili, dal momento che i prigionieri vengono privati delle pochissime facilitazioni esistenti, come ad esempio le visite ecc…

fonte

Leave a Reply

Your email address will not be published.