Rispetto l’attentato terroristico di Oslo e sul massacro di Utøya di Venerdì 22 Luglio

Ciò che e’ stata  violenza politica in Norvegia è sempre venuta dall’estrema destra. Mentre la polizia si è concentrata verso gli “islamisti radicali”, la violenza di estrema destra è di nuovo apparsa, questa volta su grande scala, crudele e sanguinosa! La NSF-IWA (sezione norvegese dell’ Associazione Internazionale dei Lavoratori) ha espresso le sue condoglianze alle vittime di questo terrorismo sanguinario e vorrebbe dichiarare quanto segue.

Introduzione

Come introduzione diremo che si tratta di un clima pericoloso durante il capitalismo odierno che colpisce molti paesi e anche la Norvegia:

-Il capitalismo è in una grave crisi. Le autorità conducono programmi di austerità e proclamano stati di sicurezza.
La disoccupazione è in aumento. Gli immigrati sono capri espiatori dei problemi e i richiedenti asilo vengono deportati.
In Norvegia le pensioni nel settore privato sono tagliate con l’appoggio del sindacato LO (Confederazione dei Sindacati Norvegesi), e altri tagli sono pronti.

Il governo rosso-verde ha deportato 4.615 richiedenti asilo nel 2010 e finora 2.000 richiedenti asilo sono stati deportati durante quest’anno.

-Il capitalismo globale gestisce e conduce guerre. La principale minaccia dopo l’11 settembre è l’Islam radicale e i gruppi terroristici. La Norvegia prende parte alla guerra in Afghanistan e in Libia  mentre sono chiamate operazioni umanitarie.

-Organizzazioni come l’Associazione dei datori di lavoro dicono che le ondate di immigrati, i pensionati e le persone che usufruiscono di benefici-sociali sono una minaccia per il modello del welfare. Immigrazione /  gli immigrati con basso livello di istruzione dai paesi non-occidentali non sono sostenibili.La Norvegia dovrebbe invece importare lavoratori altamente qualificati. Il Governo ha richiesto rapporti pubblici su questi temi.

-I partiti che spingono per una politica reazionaria. In Norvegia, il Partito del progresso è diventato il secondo partito con 41 rappresentanti eletti  nelle elezioni nazionali del 2009. Gli immigrati di “origini musulmane” sono stigmatizzati. Behring Breivik è stato per un periodo membro di questo partito.

-L’estrema destra. I nazisti e fascisti dell’estrema destra sono in Norvegia piccoli gruppi, almeno per le mobilitazioni in strada. Ma i siti internet della nuova destra hanno un grande pubblico e un supporto di idee!

Il fascismo odierno

Il terrorista e libero massone Anders Behring Breivik è un’occidentale e viene dalla classe borghese di Oslo,  poco prima di commettere  le sue azioni terribili ha pubblicato il suo manifesto. Egli descrive i crociati cristiani attraverso la storia fino ai giorni nostri e i preparativi dell’azione che sono stati, secondo lui, conclusi poche ore  prima dei terribili attacchi del 22 luglio!

I pensieri di questo assassino fanno parte di un più ampio cambiamento politico culturale come l’anti-islamismo e la xenofobia che si trova su molti siti web, gruppi e organizzazioni prendono sempre piu’ piede in tutta Europa. Dicono che stanno attaccando l’Islam per cosiddette ragioni culturali e che sono anti-razzisti, anti-fascisti, anti-totalitari, ecc

Ma sia chiaro,questo è solo un modo, una tattica per costruire fronti  per ottenere un pubblico più vasto. Le opinioni di Behring Breivik hanno chiaramente le caratteristiche del fascismo:

-Nazionalismo e/o identita’ Europea,super-patriottismo con una missione nella storia

-Gli Ebrei sono stati sostituiti dai mussulmani come il nemico che dev’essere combattuto ed espulso dall’Europa.
L’Islam è visto come una minaccia per l’esistenza del mondo e i leader dei governi come collaboratori che permettono all’Islam di “infiltrarsi” in Occidente.

-Teorie sulla cospirazione. I Protocolli dei Savi di Sion sono stati fatti nel 1903 in Russia. Anche se è stato dimostrato fossero falsi ancor prima che i nazisti li introducessero nelle scuole tedesche nel 1933, sono stati usati come “prova” che gli ebrei si stavano preparando a conquistare il mondo.

Ora è la cospirazione di Eurabia. Ci si riferisce al supposto protocollo dei 70 legami per il quale i paesi arabi e gli Stati europei  si sarebbero accordati sul fatto che gli europei dovrebbero consentire ai “musulmani” di “invadere” l’Europa.

-L’uso da parte dei nazi/fascisti del termine Ebraico-bolscevico è ora sostituito da  Islamico-cultural marxista

-Populismo ed elitarismo. Le masse devono essere mobilitate, ma le masse sono solo uno strumento, nei  pensieri degli Elitari , per realizzare i loro piani di dominio dittatoriale.

-La glorificazione della violenza fascista, i termini militari utilizzati sono: I musulmani occupano
l’ Europa, la demografia è la loro arma, esiste un piano segreto con i traditori cultural marxisti, ecc.

-Cio’ include anche la glorificazione dei cosiddetti ordini militari. Behring Breivik scrive che ha incontrato  altre persone provenienti da tutta Europa, fra questi un “crociato serbo ” nonche’ “eroe di guerra” che aveva ucciso molti musulmani in battaglia. Per l’ UE  dovrebbe essere perseguito per presunti crimini contro i musulmani.

Non ci dovrebbe essere alcun dubbio che esiste una linea violenta nella storia e Behring Breivik è chiaramente in questa tradizione. La bomba terrorista che ha ucciso 8 persone a Oslo e il massacro di Utøya con 69 persone assassinate, per lo più giovani tra i 14-22 anni, sono considerati dal governo e dalla stampa come il più grande attacco dalla seconda guerra mondiale, quando i nazisti occuparono la Norvegia.

La canzone dal titolo “Per la Gioventù” di Nordahl Grieg è cantata in tutta la Norvegia in questi giorni. Purtroppo ci sono poche informazioni dai media circa le origini di questa canzone che è stata scitta per combattere i fascisti nel 1936. La rivolta contro i fascisti di 75 anni fa’ in Spagna è stata in molti luoghi combattuta dai lavoratori che hanno anche sequestrato industrie e terreni.

Il fascismo moderno dev’essere combattuto senza mai dimenticare le lezioni date dai lavoratori spagnoli. La classe operaia deve combattere sia contro il fascismo sia per le sue condizioni di lavoro che per i propri diritti! E in ultimo, sbarazzarsi del fascismo una volta per tutte, significa sbarazzarsi del sistema che di volta in volta lo lascia (ri) emergere – il Capitalismo.

Oslo,2 Agosto 2011
NSF-IWA

fonte:
iwa-ait.org

Leave a Reply

Your email address will not be published.